Impianto di compostaggio Presto un'assemblea pubblica




Impianto di compostaggio Presto un'assemblea pubblica

Venezia

Prima riunione del Gruppo di lavoro costituito d'intesa tra la Provincia di Venezia ed i Comuni di Chioggia, Cavarzere e Cona , finalizzato all'individuazione di un sito idoneo alla realizzazione di uno degli impianti di compostaggio della frazione organica dei rifiuti nell'Ambito territoriale ottimale della Provincia di Venezia. Fin qui il lavoro svolto ha portato ad una serie di esclusioni di "aree non idonee alla localizzazione di questo tipo d'impianto. Per garantire la massima trasparenza nelle procedure di scelta del sito - precisa un comunicato dell'assessore provinciale alle politiche ambientali, Ezio Da Villa - il protocollo d'intesa prevede che tutte le fasi di lavoro siano condivise da tutti gli enti partecipanti all'Aato. Per questo si procederà ad una illustrazione pubblica dei primi risultati fin qui conseguiti". Interessati sono ovviamente gli abitanti di Chioggia, Cavarzere e Cona che verranno convocati nei prossimi giorni in pubblica assemblea. "La data ed il luogo dell'incontro - ha precisato Da Villa - sono per il momento ancora da definire. Ma mi pare importante segnalare fin d'ora il metodo che vogliamo affermare. Tutti i risultati saranno illustrati alle popolazioni dei Comuni interessati nel segno della massima trasparenza. Il mio auspicio è che in questo modo ogni cittadino sia consapevole che, scontato che questi impianti sono indispensabili, la scelta è stata fatta oculatamente e nel segno della partecipazione. Credo che la consapevolezza - conclude l'assessore - sia la miglior strada per evitare contrarietà".

L'incontro tra Provincia ed i sindaci dei tre Comuni è avvenuto dopo che gli abitanti di Ca' Bianca e Ca' Pasqua, area presa in considerazione in un suo studio di fattibilità dall'Asp di Chioggia, sono insorti per stornare dal loro territorio un'ennesima ipoteca determinata da impianti di smaltimento dei rifiuti. Il dato di fondo è che l'impianto è previsto dal Piano provinciale nell'area meridionale della Provincia ma che ognuno dei tre Comuni citati spera che la scelta cada nel territorio degli altri due.

 


Tratto da:

link esterno al quotidiano Il Gazzettino di Mercoledì, 25 Aprile 2007