Entra nel vivo l'operazione compostaggio



Chioggia

Entra nel vivo l'operazione compostaggio per la realizzazione di un impianto per il trattamento della parte umida dei rifiuti nella parte meridionale della Provincia di Venezia in cui ricadono i territori dei Comuni di Chioggia, Cavarzere e Cona . Un gruppo di lavoro, insediato dall'assessore alle politiche ambientali della Provincia di Venezia, Ezio Da Villa, ha già prodotto un protocollo d'intesa, in pratica ha definito il metodo che verrà seguito per arrivare all'individuazione dell'area dove realizzare l'impianto. Proprio questo protocollo viene presentato mercoledì prossimo, 9 maggio, alle ore 20,30, al cinema teatro Goldoni di Cavarzere. Un incontro al quale insieme al citato assessore Da Villa parteciperanno il sindaco di Chioggia, Fortunato Guarnieri, quello di Cona , Anna Berto e, nelle vesti di padrone di casa, il sindaco di Cavarzere, Pierluigi Parisotto. Proprio la presenza dei tre sindaci lascia intendere che di incontri del genere quasi sicuramente non se ne faranno più. Dopo si passerà alla fase successiva, vale a dire all'individuazione dell'area per il compostaggio. Circa il protocollo, sono scarse le notizie a riguardo del suo contenuto. Contiene sicuramente una serie di indicazioni per determinare le aree che non hanno caratteristiche per un impianto del genere. Che, come dimostra l'impegno degli abitanti di Ca' Pasqua e Ca' Bianca, nessuno vuole troppo vicino a casa propria. Tutti sono d'accordo nel riconoscerne l'importanza, anche ai fini di una politica di contenimento dei costi per garantire l'igiene urbana, a patto però che finisca da un'altra parte.

Elementi che possono aiutare all'individuazione dei possibili siti per un impianto del genere si possono ricavare da uno studio di fattibilità eseguito l'anno scorso dall'Asp di Chioggia. Serve poter disporre di un'area di una certa dimensione, 15 ettari era quella presa in considerazione dall'Asp, e serve soprattutto che la località prescelta risulti sufficientemente infrastrutturata, che sia cioè facilmente raggiungibile dai mezzi di trasporto.

G.B.



Tratto da:

link esterno al quotidiano Il Gazzettino di Domenica, 6 Maggio 2007