Fermato il truffatore in scooter



A CANTARANA DAI CARABINIERI DI CAVARZERE

Nomade, era ricercato in tutta Italia. Simulava piccoli incidenti per farsi risarcire dagli automobilisti

Un noto truffatore nomade, latitante da diversi giorni e ricercato in tutta Italia, è stato arrestato a Cantarana di Cona dai carabinieri di Cavarzere. L'uomo, Rosario Bona di 37 anni, si era associato ad una carovana di nomadi da poco giunti in zona, nel tentativo di sfuggire alle ricerche. I militari però lo hanno subito riconosciuto e arrestato per truffa ed estorsione. Bona nei mesi scorsi si era reso protagonista di numerosi atti criminali aventi come vittime gli automobilisti. La zona preferita per la sua attività era il Piemonte e in particolare la città di Torino. La tecnica era sempre la stessa. Bona si affiancava in motorino ad un'auto e simulava di essere stato colpito. Poi fermava l'automobilista e con fare convincente riusciva a farsi pagare in contanti i presunti danni allo specchietto dello scooter. Quando l'automobilista si rifiutava di pagare partivano le minacce che diventano, via via, sempre più pesanti e a cui la vittima era costretta a cedere per non incappare in conseguenze più gravi.

Sono state decine le truffe di questo tipo messe a segno da Bona in un arco di tempo che va da settembre 2006 ad aprile 2007. Dopo le numerose denunce raccolte dai carabinieri locali il Gip aveva emesso un mandato di arresto nei suoi confronti ma il 37enne nomade era riuscito a far perdere abilmente le proprie tracce prima di essere arrestato. La sua fuga è però finita nel piccolo paese di Cantarana dove è stato riconosciuto e ammanettato dai militari dell'Arma. Non è detto che Bona non abbia messo a segno alcuni colpi anche nella zona del Veneziano e per questo i carabinieri sono a disposizione di qualsiasi automobilista che possa essere incappato nei giorni scorsi nella trappola del 37enne nomade e abbia intenzione di sporgere denuncia nei suoi confronti.

Marco Biolcati



Tratto da:

link esterno al quotidiano Il Gazzettino di Sabato, 9 Giugno 2007