Una ragazza di appena vent'anni ...



Una ragazza di appena vent'anni trovata morta nella sua abitazione. Il decesso risale sicuramente a qualche giorno fa, probabilmente a una settimana fa, perché quando il corpo è stato ritrovato era in avanzato stato di decomposizione. L'ipotesi è che si possa trattare di un omicidio: il corpo della ragazza era riverso su una pozza di sangue. Solo gli esiti dell'autopsia potranno comunque confermare cosa è avvenuto dentro a quella casa. Per ora rimane avvolta nel mistero la morte di questa giovane donna. Un giallo avvenuto a Pegolotte di Cona , nell'abitazione che si trova al civico 113 di via Stazione. Una casa con due appartamenti, uno al pianterreno e uno al primo piano. Vi abitano un paio di famiglie di cinesi residenti a Pegolotte da tempo e ben integrate. I bambini frequentano con regolarità la scuola del paese.

E proprio dentro a questa palazzina è morta la donna di vent'anni. La vittima è una cinese, le iniziali del suo nome sono M.Z., e il suo corpo è stato ritrovato ieri pomeriggio nell'appartamento al primo piano di via Stazione dove la ragazza viveva assieme ai genitori. Sarebbero stati proprio loro, al rientro da un viaggio durato alcuni giorni, a trovare la figlia senza vita.

Una famiglia conosciuta e integrata, dedita all'artigianato tessile: dentro all'abitazione, infatti, si trova anche il laboratorio di tessuti. I familiari della vittima si erano allontanati per un viaggio, forse erano rientrati in Cina per un breve periodo. E al loro ritorno a Pegolotte hanno fatto la macabra scoperta.

I genitori ieri pomeriggio sono rincasati nell'appartamento di via Stazione a Pegolotte e da subito si sono accorti che qualcosa non andava. Non hanno avuto nemmeno il tempo di realizzare cosa poteva essere accaduto e da dove poteva provenire quell'acre odore: hanno visto il corpo della figlia riverso a terra in una pozza di sangue in camera da letto.

Difficile risalire al giorno della morte delle giovane cinese. Secondo il medico legale potrebbe risalire ad una settimana fa, perché lo stato di decomposizione era avanzato.

Sono quindi state allertate le forze dell'ordine. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Cavarzere e quelli di Chioggia. Ieri in tarda serata erano ancora all'interno dell'appartamento per cercare di ricostruire quanto accaduto. Solo gli esiti dell'autopsia che è prevista già per oggi potranno in parte svelare il mistero attorno a questa morte.



Tratto da:

link esterno al quotidiano Il Gazzettino di Lunedì, 23 Luglio 2007