Riunione tra i rappresentanti dei Comuni sulla problematica della centrale a turbogas di Cantarana




VERBALE DEL 19 MAGGIO 2008



PRESENTI:

BERTO ANNA: SINDACO DI CONA;
BELLONI RENATO: CAVARZERE;
SCHIAVOLIN GIUSEPPE: ARZERGRANDE;
ZANELLA ANGELO:  LEGNARO;
SABBADIN MARIO: CORREZZOLA;
TABACCHIN MARIO: CORREZZOLA;
MAGRO ADRIANO: SANT’ANGELO DI PIOVE DI SACCO


SINDACO DI CONA: illustra la situazione dal suo nascere fino allo stato attuale con la nomina del Dott. CERVINO quale tecnico a salvaguardia del territorio del Comune di Cona e limitrofo.

BELLONI: la Provincia si è opposta di recente alla realizzazione della Centrale. L’Assessore Regionale GAVA, aveva comunicato al sindaco di Cona e ad un gruppo di rappresentanti che se si fosse realizzata la riconversione di Porto Tolle sarebbe venuta meno la necessità della Centrale di Cona.

SINDACO DI CONA: non risulta fin d’ora che venga autorizzato un impianto senza il parere della Regione Veneto. La Commissione Tecnica Regionale ha espresso il parere favorevole; necessita unire le forze tra i Comuni.

TABACCHIN: il no è motivato dall’inquinamento già notevolmente aggravato sul nostro territorio.

ZANELLA: Fa presente che ad oggi non esiste un Piano Energetico Regionale.

SINDACO DI CONA: Evidenzia che la suddivisione del lotto non avrebbe portato a nulla.

MAGRO: vi è la necessità che le centrali autorizzate rispettino il protocollo di Kyoto sotto l’aspetto tecnico. Ricordo che l’acqua di raffreddamento della centrale non poteva essere fatta con la rete idrica esistente.

SINDACO DI CONA: verrà creata una sezione nel sito internet di Cona per i documenti della Centrale, e si concorda che la prossima riunione viene fissata per Lunedì 16 Giugno alle ore 21,00 nella sala consiliare del Comune di Cona.

SABBADIN: Si ritiene che le motivazioni siano politiche: basti vedere che la Centrale di Montecchio (VI) è stata depennata per il numero di persone contrarie.


TALE VERBALE E’ STATO LETTO E SOTTOSCRITTO DA TUTTI I PARTECIPANTI.


IL VERBALIZZANTE: Antonio BOTTIN