Regolamento per lo svolgimento di manifestazioni che comportano la somministrazione al pubblico di bevande e/o l'occupazione del suolo pubblico




Art. 1
Oggetto del Regolamento

Il presente Regolamento disciplina lo svolgimento di sagre e feste paesane (di seguito denominate manifestazioni) nell’ambito del territorio comunale, nelle quali è prevista la somministrazione di alimenti e bevande e/o la vendita di prodotti merceologici abitualmente venduti dalla rete distributiva locale.


Art. 2
Attività soggette al regolamento

Per sagre e feste paesane si intendono tutte quelle manifestazioni a carattere ricreativo, religioso, folcloristico, culturale e gastronomico legate a tradizioni locali, organizzate in modo occasionale e temporaneo.


Art. 3
Soggetti interessati

I soggetti abilitati alla organizzazione di manifestazioni sono:

  • associazioni culturali, sportive, del tempo libero e del volontariato anche non formalmente costituite;
  • enti o società di promozione sportive;
  • comitati per la promozione turistica del territorio;
  • comitati parrocchiali;
  • organizzazioni sindacali e/o di categoria;
  • organizzazioni politiche.

 

Art. 4
Divisione del territorio comunale

Ai fini della formulazione del calendario delle manifestazioni, il territorio comunale è diviso in sei aree geografiche corrispondenti alle frazioni di Conetta, Cona, Pegolotte, Foresto, Monsole e Cantarana.Le aree sono quelle corrispondenti alle singole unità parrocchiali.


Art. 5
Programmazione annuale

I soggetti interessati all’organizzazione di manifestazioni, dovranno dare comunicazione entro il 28 febbraio di ciascun anno, con lettera indirizzata al Sindaco, delle manifestazioni o manifestazioni paesane che intendono organizzare nell’anno, indicando:

  • denominazione della manifestazione
  • luogo di svolgimento
  • data di svolgimento
  • programma di massima della manifestazione.

Entro il 31 marzo di ciascun anno la Giunta Comunale approverà il calendario delle manifestazioni.


Art. 6
Criteri per l' inserimento nel calendario delle manifestazioni e per il rilascio delle relative autorizzazioni.
L'inserimento nel calendario delle manifestazioni ed il rilascio delle relative autorizzazioni è subordinato al rispetto delle seguenti condizioni:

  • la durata massima di ciascuna sagra non potrà essere superiore ai dieci giorni comprensivi di 2 fine settimana;
  • il numero massimo per ogni frazione nel corso di un anno solare è pari a 2 (due) es: in ogni frazione potranno essere organizzate non più di due manifestazioni.
  • dovrà essere evitata la sovrapposizione di manifestazioni ad esclusione delle concomitanti manifestazioni tradizionali di S. Egidio e di San Matteo. A tal fine gli organizzatori dovranno preliminarmente concordare i periodi.
  • tra una manifestazione e l'altra, dovrà intercorrere un periodo di almeno sette giorni. La Giunta può disporre annualmente una deroga motivata, previo conforme parere della commissione consiliare interessata.
  • le manifestazioni, ad eccezione di quelle politiche e religiose, dovranno avere diversa denominazione;

 

Art. 7
Criteri di priorita' per domande di inserimento nel calendario 

Ai fini dell' inserimento nel calendario, verranno accolte con priorità le richieste relative a manifestazioni che si sono svolte per un maggior numero di anni e che godono del patrocinio del comune. A parità di edizioni svolte, verrà accolta la domanda presentata in data anteriore. Le richieste inerenti le manifestazioni nuove e/o straordinarie, verranno esaminate secondo l'ordine cronologico di presentazione.


Art. 8
Oneri a carico degli organizzatori

  • L’organizzazione della manifestazione è interamente ed esclusivamente a carico degli organizzatori.
  • Per le manifestazioni che si svolgono su aree pubbliche (es: piazze, centro sportivo, ecc.) è richiesto agli organizzatori un deposito cauzionale o una polizza fideiussoria di un importo pari a € 250,00 o una forma assicurativa che copra fino ad € 250,00 di danno nei confronti dei beni comunali.
  • Per la frazione di Pegolotte, il posizionamento di attrazioni, spettacoli viaggianti dovrà avvenire nella parte anteriore di P.zza C. De Lotto: gli organizzatori provvederanno a predisporre una adeguata planimetria che permetta di visualizzare il posizionamento delle attrazioni, lo spazio pedonale e le vie di fuga;
  • Ai titolari di attrazioni viaggianti che manifestino la necessità di fissarle al suolo, dovrà essere richiesta, prima del posizionamento, una dichiarazione di responsabilità per eventuali danneggiamenti al suolo pubblico; in particolare il responsabile dell’Ufficio Tecnico potrà porre a carico dei giostrai, per il periodo di permanenza, un deposito cauzionale o una fideiussione, pari ad € 2.500,00. Tale somma sarà restituita dopo il sopralluogo di un tecnico comunale che, verificato lo stato dei luoghi, la svincoli con atto scritto;
  • Tutte le carovane, senza eccezioni, dovranno essere posizionate, ordinatamente, in piazza Trentin: dovrà essere verificata la corretta tenuta dei luoghi nel corso dello stazionamento ed alla partenza;
  • La pulizia dell’area della sagra è interamente a carico degli organizzatori. Il Comune può, su accordo fra le parti, farsi carico della pulizia previo versamento di un importo pari a € 103,00 giornaliere.
  • Gli organizzatori dovranno comunque richiedere all’U.T.C. la fornitura di idonei contenitori per la raccolta dei rifiuti.
  • Al fine di verificare se la pulizia sia stata correttamente effettuata, la mattina dell’inizio della manifestazione il personale dell’U.T.C. fa un sopralluogo congiunto con personale dell’organizzazione al fine di verificare lo stato dei luoghi. Il sopralluogo è ripetuto la mattina immediatamente successiva all’ultima serata di manifestazione al fine di verificare se la pulizia sia stata correttamente effettuata e che non vi siano danni alle strutture e beni comunali.
  • Nel caso in cui si constata la carenza di pulizia o piccoli danni immediatamente quantificabili, la cifra corrispondente viene automaticamente trattenuta dal deposito cauzionale a cura dell’Ufficio Tecnico.
  • E’ parimenti richiesto sempre il rimborso delle spese di gas ed acqua consumati. Le letture verranno effettuate direttamente dalle Società che gestiscono i relativi servizi.

 

Art. 9
Autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande
L’autorizzazione per somministrazione di alimenti e bevande si intende accolta con l’approvazione del calendario delle manifestazioni di cui all’art. 5. Entro 15 giorni dall’approvazione del calendario, saranno invitati i comitati le cui manifestazioni sono risultate in difformità dal presente regolamento, ad indicare date alternative di svolgimento o uniformare la manifestazione alle caratteristiche di cui all’art. 2 del presente regolamento L'effettivo esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande è subordinato alla presentazione della documentazione di cui all’art. 10.


Art. 10
Dichiarazione di inizio attivita’

In applicazione all’art. 19 della Legge 241/1990 è consentito presentare al Comune anziché la richiesta di autorizzazione per la somministrazione temporanea una dichiarazione di inizio attività che deve contenere i seguenti elementi essenziali:
  • dati anagrafici completi del dichiarante
  • codice fiscale
  • indicazione dell’attività dichiarata (somministrazione temporanea, pubblico spettacolo, occupazione suolo pubblico)
  • iscrizione al Rec per la somministrazione di alimenti e bevande
  • durata della manifestazione e giorni di svolgimento
  • estremi dell’autorizzazione sanitaria
  • estremi del nulla osta SIAE
  • osservanza della normativa di sicurezza ed agibilità dei locali e delle strutture
  • estremi del pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico.

Prima dell’inizio della manifestazione dovrà essere depositata la seguente documentazione:
  • certificazione di conformità degli impianti elettrici e del gas
  • dichiarazione presentata da un tecnico abilitato di agibilità e corretto montaggio delle strutture
  • bollettino di pagamento del canone di occupazione suolo pubblico
  • autorizzazione sanitaria,
  • richiesta dei contenitori per la raccolta dei rifiuti indirizzata all’U.T.C. Alla stessa deve essere allegato il menù proposto che dovrà prevedere pochi piatti di norma caratterizzati dall'uso di prodotti tipici.


Art. 11
Orari

L’orario di svolgimento delle manifestazioni è determinato come segue:

  • inizio ore 12.00
  • termine ore 00,30 per le feste da ballo 02,00 per la somministrazione (con possibilità di deroga da parte della G.C.)

 

Art. 12
Sanzioni

Fatte salve le sanzioni previste dal T.U.L.P.S. e dall'art.10 della Legge 25/08/91 n. 287, chiunque esercita l'attività di somministrazione di alimenti e bevande in occasione di manifestazioni in violazione del presente Regolamento, è soggetto alla sanzione pecuniaria amministrativa da €. 258 ad €. 500,00.


Art. 13
Patrocinio

L’Amministrazione Comunale può concedere il patrocinio a manifestazioni con la possibilità di apporre il logo del Comune di Cona sui manifesti, la gratuità di affissione degli stessi e la possibilità di usufruire del servizio d’ordine. In caso di manifestazioni organizzate senza il patrocinio del Comune il servizio d’ordine sarà a carico degli organizzatori.


Art. 14
Periodo transitorio

Il presente regolamento ha un carattere sperimentale della durata di un anno; al termine del quale verranno eventualmente introdotte le modifiche e/o variazioni che si rendessero necessarie. Per l’anno in corso la Giunta Comunale approverà il calendario delle manifestazioni che si svolgeranno dal 01 Luglio al 31 dicembre 2006.