Con Decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201, è stata anticipata all'anno 2012 l'applicazione dell'Imposta Municipale Propria (IMU), introdotta dal D.Lgs. 14 marzo 2011 n. 23. Di seguito elenchiamo le linee essenziali della nuova imposta che sostituisce l'ICI.

Entrata in vigore: A decorrere dal 1° gennaio 2012.

Soggetti interessati: Proprietari di immobili; titolari dei diritti reali di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, diritto di superficie sugli immobili stessi; concessionari di beni immobili; locatari finanziari di beni immobili; coniugi separati assegnatari dell'abitazione.

Immobili interessati: Fabbricati a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l’attività dell’impresa, terreni agricoli, aree fabbricabili.

Quota dell’imposta riservata allo Stato: è riservata allo Stato la quota di imposta pari alla metà dell'importo calcolato applicando alla base imponibile di tutti gli immobili, ad eccezione dell'abitazione principale e delle relative pertinenze di cui al comma 7, nonché dei fabbricati rurali ad uso strumentale di cui al comma 8, l'aliquota di base stabilita dallo Stato.

Per l'anno 2021 le aliquote stabilite dal Comune di Cona con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 32 del 28 maggio 2021 sono:

Abitazione principale  0,40% (categorie catastali A/1, A/8, A/9 e relative pertinenze - detrazione € 200,00);
Immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D 0,98% (Riserva allo stato gettito calcolato con aliquota 0,76%);
Aree Fabbricabili   1,06% ;
Terreni agricoli  1,06%;

 Altri fabbricati  0,98%;

 Fabbricati rurali ad uso strumentale 0,1%;

Immobile merce  0,1%

 
Detrazione per Abitazione Principale e pertinenze: Euro 200,00 (rapportate al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione e al numero dei proprietari occupanti l’immobile indipendentemente dalla percentuale di proprietà), maggiorata di ulteriori € 50,00 per ogni figlio dimorante abitualmente e residente anagraficamente nella stessa famiglia, di età non superiore a 26 anni (fino ad un importo massimo aggiuntivo di € 400,00; la maggiorazione è applicabile per gli anni 2012 e 2013).

Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Per pertinenze si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una unità per ciascuna delle categorie catastali indicate.

Abitazione principale coniuge separato:

L’IMU è dovuta interamente dal coniuge assegnatario della casa anche se non è proprietario.

Base imponibile fabbricati: la Rendita Catastale rivalutata del 5% va moltiplicata per:

    160 per i fabbricati del gruppo catastale A (esclusi gli A/10) e delle categ. catastali C/2, C/6 e C/7
    140 per i fabbricati del gruppo catastale B e delle categorie catastali C/3, C/4 e C/5
    80 per i fabbricati della categoria catastale A/10 e D/5
    60 (65 dal 2013) per i fabbricati del gruppo catastale D (esclusi i D/5)
    55 per i fabbricati della categoria catastale C/1

Base imponibile terreni agricoli: Reddito Dominicale rivalutato del 25% e moltiplicato per:

    135 (per i non coltivatori diretti o professionali);
    110 (per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola).

Base imponibile aree edificabili: valore venale in comune commercio al 1° gennaio dell’anno d'imposta.

Immobili di interesse artistico e storico – Fabbricati dichiarati Inagibili o Inabitabili: è prevista una riduzione del 50% della base imponibile, purchè regolarmente dichiarati.

Aliquote di base stabilite dallo Stato valide per il pagamento dell'acconto (I^rata) entro il 18/06/2021

    Abitazione principale 0,4%
    Fabbricati rurali strumentali 0,2%
    Altri tipi di immobili 0,76% (di cui lo 0,38% dovrà essere versato allo Stato) (altre abitazioni, fabbricati industriali, negozi, uffici, terreni agricoli, aree edificabili).

Termini di versamento:

    1^ rata, pari al 50% dell'importo calcolato applicando l'aliquota base prevista dallo Stato entro il 18/06/2021;
    2^ rata, a conguaglio con aliquote fissate dal Comune (ovvero il totale calcolato applicando le aliquote comunali meno la prima rata già pagata), entro il 18/12/2021;


Modalità di pagamento: SOLO CON MODELLO F24 inserendo i seguenti codici:

Codice Ente Comune CONA: C938

CODICI TRIBUTO PER LE DIVERSE TIPOLOGIE DI IMMOBILI:

• 3912 “IMU abitazione principale e pertinenze COMUNE”
• 3913 “IMU fabbricati rurali uso strumentale COMUNE”
• 3914 “IMU terreni agricoli COMUNE”
• 3915 “IMU terreni agricoli STATO”
• 3916 “IMU aree fabbricabili COMUNE”
• 3917 “IMU aree fabbricabili STATO”
• 3918 “IMU altri fabbricati COMUNE”
• 3919 “IMU altri fabbricati STATO”

è possibile effettuare il calcolo, con stampa del modello F24, cliccando qui. Nella pagina che si apre si accede alla sezione "CALCOLA IMU", ultima linguetta a destra, e si seguono le istruzioni di compilazione dei campi, al termine del calcolo vi è il tasto modello F24. Le aliquote preimpostate sono quelle applicate dal Comune di Cona per l'anno 2012.

Dichiarazione IMU: nella sezione "Modulistica" potete scaricare i files .pdf "IMU dichiarazione " e "IMU istruzioni per la compilazione".

Per ulteriori informazioni e per effettuare i calcoli dell'importo dovuto cliccare qui IMU o telefonare o recarsi all'Ufficio Tributi del Comune, sito in p.zza Cesare De Lotto 15 – Pegolotte di Cona, nel seguente orario:

martedì e venerdì: dalle ore 9.00 alle ore 12.30

telefono 0426308925 –

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Sarà cura dell'Ufficio Tributi aggiornare queste istruzioni qualora ci fossero delle variazioni.

IMU 2021

 

ALIQUOTE IMU 2021

 

Immobili adibiti ad abitazione principale appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8, A/9 e relative pertinenze

 

Detrazione € 200,00

(per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo)

0,40%

Aree fabbricabili

1,06%

Terreni Agricoli

1,06%

Immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D

(RISERVA ALLO STATO GETTITO CALCOLATO CON ALIQUOTA 0,76%)

0,98%

Altri fabbricati

0,98%

Fabbricati rurali ad uso strumentale

0,1%

Immobile merce

0,1%

 

 

NOTE: per tutte le fattispecie l’aliquota 2021 è rimasta invariata rispetto al 2020.


SCADENZE :
18 giugno 2021
– acconto
17 dicembre 2021 – saldo
(oppure in un’unica soluzione entro il 18 giugno)

 

Allegati:
Scarica questo file (2016_DCC_004.pdf)Regolamento[ ]2496 kB