Centrale a turbogas, un tavolo fra i Comuni



Cona - Lo propone il sindaco Anna Berto chiedendo agli amministratori vicini di nominare due persone ciascuno con le quali affrontare assieme la questione.

L'attenzione dell'amministrazione comunale alle problematiche di carattere ambientale costituite dal possibile insediamento della centrale a turbogas e dalla localizzazione dell'impianto di compostaggio nell'area sud della Provincia continua a rimanere alta. Nei giorni scorsi il sindaco Anna Berto ha indirizzato una lettera ai colleghi primi cittadini dei comuni limitrofi per sensibilizzarli ancora una volta sulla questione della centrale a turbogas."Vi chiedo - ha scritto il sindaco di Cona - di individuare all'interno dei vostri consigli comunali due persone che possano entrare a far parte di un tavolo di discussione da me coordinato per elaborare e mettere a punto strategie ed iniziative volte a richiamare l'attenzione non solo dell'opinione pubblica ma soprattutto del mondo politico, rimasto fino a questo momento sordo".

I nominativi dei consiglieri prescelti dovrebbero pervenire entro la metà del mese di aprile. "Confido - ha continuato Berto - che attraverso la collaborazione dei Comuni limitrofi si riesca finalmente ad arrivare alla soluzione del problema".

L'altra questione che vede impegnato il Comune di Cona è quella rappresentata dall'impianto di compostaggio. "A questo proposito - spiega Berto - ho risposto ad una interpellanza del consigliere di minoranza Enzo Pinton che chiedeva quale fosse la posizione del Comune di Cona in merito "al sito d" individuato dal Comune di Cavarzere". Nella risposta a Pinton il sindaco ha evidenziato che l'Amministrazione ha provveduto a segnalare all'Organismo di controllo del Protocollo d'intesa i due siti situati all'interno del Comune di Cona che ad una prima valutazione apparivano ipoteticamente idonei ad ospitare l'impianto in questione tenuto conto dei parametri contenuti nel Protocollo d'Intesa ai quali è necessario uniformarsi (viabilità, distanza dai centri abitati ed altro ancora). "Intendo comunque sottolineare - evidenzia il sindaco che quella compiuta fino a questo momento è stata soltanto una valutazione di carattere assolutamente preliminare".

Spetterà ora alla Commissione per la Valutazione di impatto ambientale individuare il sito più idoneo attraverso l'emissione di un proprio parere tecnico. "Rammento - continua Berto - che, in relazione a tale parere, ogni consiglio comunale può esprimere le proprie valutazioni, osservazioni e richieste in merito, come il Comune di Cona ha già fatto più volte in passato. Ecco il motivo per cui allo stato attuale l'Amministrazione di Cona non prenderà alcuna posizione con riferimento all'individuazione dei siti effettuata dal Comune di Cavarzere, riservandosi di esercitare in seguito le proprie prerogative. Rimane comunque fermo che questa Amministrazione non è disponibile a discutere dell'eventuale insediamento dell'impianto di compostaggio nel Comune di Cona fino quando non sarà definitivamente risolta la problematica relativa all'insediamento della centrale a turbogas".



Tratto da:

link esterno al quotidiano Il Gazzettino di Mercoledì, 9 aprile 2008